mercoledì 27 maggio 2015

Lunga vite all'Enotria

L'uva passa .... gli acciacchi restano


Vi propongo un capolavoro del Mangosi, ovvero "la mappatura dei vini in Italia".
Il nostro Grandioso artista immagina lo Stivale come un inusitato pergolato, con delle caratteristiche scene regionali:

-In Sicilia, la focosa Rosalia tradisce il marito con un nero di Avola.

-Nell'Alta Padania l'Alpino, giustamente, incita il malcapitato di turno a scaraventare lontano un miglio il boccale di birra, montare in Grappa al mulo e ....

-Il cane che accentua il rimbrotto. Il malcapitato di turno che si difende: "biada a come parli!".

Il cane che si scusa con un: "non solo sono fieno di te e, magari .........."


Scegli Telecom, datti all'ittica

martedì 26 maggio 2015

Trizio, Caio e Plutonio: Hiroshima 6 agosto 1945

A sinistra il porcino, a destra il porcone.



Giacche ci siamo, parliamo del gilet del Fisico ... bestiale!

Se il 6 agosto 1945, ad Hiroshima successe quel che successe, che colpa ne ha il povero Bohr?
Perchè lo hanno fucilato? Semplice: "era il proprietario dell'atomo!".
Così si schermiscono i mandanti e gli esecutori.
Chi di noi, infatti, non ha studiato "l'atomo di Bohr?".

Vediamo in dettaglio come sono andate esattamente le cose quella domenica.
Come al solito, era giorno piatto; ma, la posata era dietro l'angolo:

ho un amico fisico tedesco, uno che conta.
Eins tein, zwei tein, drei tein ... ,
un certo EINStein,molto attaccato al figlio.
Sul comodino tiene un suo grande ritratto:
un FOTONE grande che non ti dico.
Si sente un gran boato, praticamente un

                         Big Bang

Dalla finestra vede un protone d'esecuzione capitanato da Steven Hacking.
Gli chiede: "Come mai da queste particelle?
A proposito, chi è quel fisico con gli occhi fuori dalle orbite, legato al palo?".
Prontamente Hacking: "Bohr! Non lo so. Scendi pure tu, l'anione fa la forza.
C'è pure l'Enrico, quello che aveva la FISSA del 'Fermi restando che ' .
C'è l'Heisenberg, quel fisico con poca determinazione.
C'è Plank, quello che a tutti chiedeva: MA QUANTI SIAMO?
C'è Newton, quello che, appena gli arrivò la mela, esclamò: L'episodio è di una certa Gravità e denota che  
SIAMO GIA' ALLA FRUTTA!
Per finire c'è Pauli, uomo di sano Principio.
Te lo ricordi Pa? Il Principio di Pauli, appunto!
Quello che allo Zecchino dell'Alchimista cantava
DAI, DAI, DAGLI UNO SPIN, DAGLI UNO SPIN E VEDRAI CHE PARTIRA'!".

L'ormai convinto Einstein: "Vengo.
Ma, prima ti offro un bicchierino di
Vecchia Romagna etichetta nera,
il brandy che crea l'atomo a sfera!".

Cabina modello Pasteur, a lunga conversazione



Chissà perchè i Prof ribelli saranno i pilastri della scuola!


C'è qualcosa che non quadra